Un Angelo muore senza un perchè

La luna era con il vento,
Soffiava forte, quella maledetta notte.
Tu attendevi lui,
Lui che ti amava
Di un amore sbagliato.
Lui stesso ti faceva soffrire, geloso morboso.
Lui, ragazzo immaturo, diverso e violento.
Con il veleno e il piglio
Di un uomo sbagliato
Di una vita malata.
Tu, bella, dolce minorenne,
Ai tuoi primi contatti di vita e che vita, leggera.
Bella come un fiore,
Ti ha chiuso come una corolla di spine
E poi ha reciso il tuo stelo.
Prim’ancora del sole,
Ti ha tagliato le ali,
Gridando il suo folle amore.
Nel fiore degli anni ha rubato il tuo sole,
La tua giovane vita.

Attonita in ciel sei volata, era ancora blu scuro.
Con la bellezza regale di una aquila,
Hai lasciato vivere il tuo amore, tutta sola, un gran pazzo.
Non ti ha saputo amare
Non ti ha saputo apprezzare.
Ti ha tolto la vita,
Ora non potrai più guardare il futuro.
Non potrai più trasformarti
In un bellissimo cigno dalle ali bianchissime.
Adesso, che fare.
Risplendi di luce tra le nuvole in cielo e dall’alto,
Proteggi i tuoi cari.

Proteggi i tuoi amori e tutte le donne
Che hanno un amore malato.
Finché il loro cuore sia tutto per te.

Rifiuta il dolore e tu sopravvivi al terrore
E alla orribile morte precoce.
Non splenderà più il tuo sorriso
Non rideranno più le tue labbra
Non sentiranno più il sapore dei baci.
Gli occhi tuoi non guarderanno più l’orizzonte.
Ma il tuo ricordo,
Rimarrà immortale e indelebile nei nostri cuori.

in memoria di Noemi


Vincenzo Coiante #poveropoeta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...