Er Signore sur ponte

Sto su un ponte de pietra,
M’avvicino allegro alle rive,
So sicuro a mio modo,
E molto onorato.
Domani chi sà,
Chi sà che sarà.

Nella città delle valli dorate,
Un duro paesaggio m’accoglie
Ma mentre cammino un Signore,
Vestito d’azzurro m’avvorge,
E’ un’anima Santa, n’Angelo,
Forse è già Santo.

M’arriva co un raggio de sole,
Che dar cielo m’abbaglia,
E’ perpetuo, è de luce.

S’avvicina sussurra e me dice:
“ E’ er corpo che more,
Mentre la tera sbadiglia.
Se un uomo vo vive,
E’ per sempre.
Dai vieni ar mondo e
A vive comincia.
Vai sereno,
Er Signore è con te,
Pè sempre con te
E sempre protegge.”


Vincenzo Coiante
#poveropoeta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...