Presenza d’un giovanotto antico, cor tempo al tempo

Quanno è che parlo con
quarche amico antico forse più stagionato
o forse quanto me…
nonostante
l’età giovane,
gle tiene,
molti si lamentan spesso,
che non sanno
più saper trovar l’amore,
più…
né tantomeno quello
di sentire er sesso
nello stesso.
La cosa l’infuria
e li contraria.
Non oso consolarli
sarebbero inutili consigli.
Ma altrettanto contrariato e
nonostante
l’età inverosimile
e medesima,
rivedo in me
al semplice lasciar
libera la fantasia
quella leggera
collina verdeggiante
dei rigogliosi
anni d’amore.
Come quando c’avevo
trent’anni appena,
e il sesso si viaggiava
tre o quattro volte alla giornata io
lo praticavo certo.
Ancora felicemente
io resto in media….
però….. quattro sei
volte….. alla mesata.
La fantasia è
ancora quella,
il carburante
del sesso mio
e per questa
ragion chiara,
non me ne vergogno.
Ancora non è arrivato
il tempo del congedo.
La mia carriera,
eureka,
non è finita ancora.
A volte muoiono
i poeti ma non la poesia.
Con loro,
la poesia è infinita,
come l’amore mio
che rimane,
fino a che,
non son sfinito.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...