Ciao Piero  (14 Novembre 2008)

Un raggio di luce,
Chiaro, forte, salubre,
Squarcia il cielo per sempre.
Nel rumore della vita,
Appena si distingue,
Il colore dei tuoi occhi.
Azzurro, come il giorno che fù.
Per una poca luce
Che sulle alture resta.
Un’ala che batte,
Una campana che rintocca,
L’anima tua è lì,
Ancora, sul quel biplano.
Vola e osa nel cielo, dopo
Aver volato, l’anima tua vola
E non muore mai.
Dopo aver volato,
Guardi nel cielo e come con te,
Rimane nel ricordo e
Nella nostalgia di affetti eterni,
Un filo legato all’infinito.


Vincenzo Coiante

#poveropoeta
#vincenzocoiante

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...